Archivio

Newsletter di A.C.V.

Qui puoi iscriverti alla nostra newsletter!
Newsletter A.C.V.


Ricevi HTML?

il "problema acqua" nel consumo di carne e derivati PDF Stampa E-mail
Scritto da Marilena   
Lunedì 02 Maggio 2011 20:45

il "problema acqua" nel consumo di carne e derivati

“Produrre un chilo di carne richiede tanta acqua quanta ne consuma una famiglia media in 10 mesi"

 

 

 

L'acqua nel mondo e la disparità di acqua a disposizione:

1 miliardo di persone non ha nemmeno accesso all'acqua potabile; questa mancanza è tra le principali cause di mortalità infantile nei paesi sottosviluppati ed in via di sviluppo: l'acqua non potabile spesso porta i neonati ed i bambini a fatali patologie gastroenteriche.

L'acqua, è consumata per ben il 70% da agricoltura e zootecnia.

Quantità di acqua nel mondo: ogni anno evaporano dalla superficie del nostro pianeta circa 500.000 km³. 3.000 km³, che è dunque la quota annuale di acqua rinnovabile a cui l'uomo può attingere sull'intero pianeta.

3.000 km³ di acqua:

* 2.100 in agricoltura e zootecnia (quindi il 70% del totale),

* 600 nelle industrie ed i rimanenti

* 300 km³ per gli usi casalinghi (che consumano solo il 10% del totale).

Per il consumo di acqua negli allevamenti, bisogna calcolare:

l'acqua bevuta dagli animali: una vacca in lattazione beve circa 200 litri di acqua, più di 60 un bovino da ingrasso, 50 un cavallo, 20 un suino e circa 10 un ovino.

acqua che serve nelle varie operazioni di stalla, ad esempio per le operazioni di pulizia e lavaggio.

l'acqua necessaria nella coltivazione e produzione di foraggio, cereali e legumi di cui si nutre il bestiame

IL Centro Internazionale di Ecologia della Nutrizione - un comitato scientifico interdisciplinare preposto allo studio degli impatti ambientali e sociali delle scelte alimentari dichiara : “Per ottenere 10 grammi di proteine dal frumento, dal mais o dai legumi servono circa 130 litri d'acqua, per il latte e le uova si passa già a 250, per la carne di maiale a 480 e per il manzo 1000 litri".

OMS e FAO affermano: "L'aumento del consumo di prodotti animali in paesi come il Brasile e la Cina (anche se tali consumi sono ancora ben al di sotto dei livelli del Nord America e della maggior parte degli altri paesi industrializzati) ha anche considerevoli ripercussioni ambientali. Il numero di persone nutrite in un anno per ettaro varia da 22 per le patate, a 19 per il riso fino a solo 1 e 2 persone rispettivamente per il manzo e l'agnello. Allo stesso modo, la richiesta d'acqua diventerà probabilmente uno dei maggiori problemi di questo secolo. Anche in questo caso, i prodotti animali usano una quantità molto maggiore di questa risorsa rispetto ai vegetali." [WHO/FAO2002].

“Produrre un chilo di carne richiede tanta acqua quanta ne consuma una famiglia media in 10 mesi (50 litri a persona al giorno)” (SIWI STATISTICS)

Se si prende in considerazione anche l'acqua richiesta per la coltivazione dei cereali e del foraggio per uso animale, la quantità d'acqua richiesta è enormemente più elevata. Per 1 kg di manzo da allevamento intensivo servono 100.000 litri d'acqua (200.000 se l'allevamento è estensivo); per 1 kg di pollo, servono 3500 litri d'acqua, 2000 per la soia, 1910 per il riso, 1400 per il mais, 900 per il grano, 500 per le patate. [Pimentel1997]

Il direttore esecutivo dell'International Water Institute di Stoccolma, ha dichiarato "Gli animali vengono nutriti a cereali, e anche quelli allevati a pascolo richiedono molta più acqua rispetto alla produzione diretta di grano. Ma nei paesi sviluppati, e in parte in quelli in via di sviluppo, i consumatori richiedono ancora più carne [...]. Ma sarà quasi impossibile nutrire le future generazioni con una dieta sul genere di quella che oggi seguiamo in Europa occidentale e nel Nord America". Ha aggiunto inoltre che i paesi ricchi continueranno ad importare acqua virtuale, il che significa importare cibo (mangime per animali o carne) da altri paesi, anche da quelli che non hanno abbastanza acqua. [Kirby2004]

Ultimo aggiornamento Mercoledì 05 Agosto 2015 09:30
 
maria8_2.jpg

Il Santo del giorno

Santo del giorno

san francesco d'assisi pastore e martire