Archivio

Newsletter di A.C.V.

Qui puoi iscriverti alla nostra newsletter!
Newsletter A.C.V.


Ricevi HTML?

VII Giornata Mondiale del Creato inetta dalla Conferenza Episcopale Italiana per il 1° Settembre 201 PDF Stampa E-mail
Scritto da Renato Criscuolo   
Martedì 28 Agosto 2012 16:48

VII Giornata Mondiale del Creato inetta dalla Conferenza Episcopale Italiana per il 1° Settembre 2012.

E’ con molta gioia ed esultanza che Associazione Cattolici Vegetariani  ha accolto la notizia della VII Giornata Mondiale del Creato inetta dalla Conferenza Episcopale Italiana per il 1° Settembre 2012.

 

Dinnanzi a uno sfruttamento sempre più capillare sia delle risorse che delle altre creature che Dio ci ha messo accanto e soprattutto dinnanzi all’alterazione da parte dell’uomo dei plurimillenari equilibri che reggono l’ecosistema globale, il credente non può non porsi degli interrogativi circa il ruolo che Dio gli ha affidato all’interno della Creazione. Troppo spesso infatti, il dominio che Dio ha conferito all’uomo è stato inteso nell’accezione di libero sfruttamento e di sopraffazione della natura. L’uomo, dominus del creato, dovrebbe invece adeguare il proprio dominio a quello del dominus per eccellenza, Gesù Cristo, che è venuto per servire e non per essere servito (cfr. Mc 10,45): il dominio dovrebbe quindi intendersi come amministrazione e cura di tutto il creato e di tutte le creature, compito gravoso e ricco di responsabilità, che Dio ha affidato all’uomo, unica delle Sue creature fatta a Sua immagine somiglianza.

“Educare alla custodia del creato per sanare le ferite della terra” recita il sottotitolo del Messaggio per la VII giornata per la salvaguardia del Creato, ed è proprio nell’ottica di questo concetto che si è svolto, tra il Febbraio e il Marzo 2012 presso la diocesi di Modena-Nonantola, il primo Progetto scuola ideato dalla prof.ssa Barbara Cavallini di Associazione Cattolici Vegetariani. Custodi o padroni del creato? Educare le nuove generazioni ad una cultura di rispetto e benevolenza verso tutto ciò che Dio ci ha affidato per essere “coltivato” e “custodito era il titolo del progetto, rivolto innanzitutto alla formazione degli insegnanti di religione (e in particolar modo a quelli della diocesi), ma aperto a tutti, e articolato in una serie di conferenze di argomento sia teologico-religioso che etico-scientifico.

Nessuna fra le diverse confessioni del cristianesimo dà ai fedeli precetti alimentari e quindi ci si potrà domandare perché esista un’associazione che miri a diffondere la dieta vegetariana /vegana all’interno della Chiesa. Questa alimentazione è però quella che Dio, all’inizio della creazione, diede all’uomo e a tutte le altre creature (cfr. Gen 1,29); solo dopo il peccato originale e il diluvio infatti Dio permise all’uomo di alimentarsi anche di carne (cfr. Gen 9,3), senza rinunciare però al suo progetto iniziale di armonia fra le sue creature, che sarà pienamente realizzato alla fine dei tempi, come profetizza Isaia (cfr. Is 11,6). Del resto, molti santi hanno praticato questa alimentazione, San Girolamo, Sant’Ambrogio, San Basilio Magno, San Giovanni Grisostomo, San Gregorio Nazianzeo e molti altri tra i padri del cristianesimo antico, San Francesco di Paola, Santa Francesca Romana e San Filippo Neri in tempi più recenti. Alcuni fra di essi hanno anche lasciato alcuni scritti in cui si parla di alimentazione vegetariana: è il caso, fra molti, dell’Adversus Iovinianum di San Girolamo. Una particolare attenzione alle sofferenze e ai problemi degli animali non lede alla superiorità dell’uomo fra le altre creature. Essere superiore significa infatti, in senso cristiano, prendersi cura e amministrare le creature inferiori: gli angeli, che sono puro spirito e dunque superiori all’uomo, usano la propria superiorità ontologica per guidare l’uomo verso Dio e non per sopraffarlo.

Oltre a motivi di natura teologica e spirituale, ce ne sono molti altri che rendono consigliabile al credente una dieta vegetariana/vegana: oltre a evitare morte e sofferenze agli animali, essa potrebbe ridurre drasticamente il problema della fame del mondo: se tutti i prodotti vegetali utilizzati per l’alimentazione di milioni e milioni di animali negli allevamenti intensivi fossero invece utilizzati per sfamare i paesi che nel “Terzo Mondo” ancora soffrono della piaga della fame, questo problema sarebbe quasi completamente risolto, senza pensare inoltre agli ingenti danni che gli allevamenti intensivi creano all’ambiente: deforestazione, surriscaldamento globale, sottrazione di terre all’agricoltura etc. Anche la salute umana troverebbe sicuramente giovamento dall’eliminazione di un alimento, la carne, che è ormai sempre più ricco di antibiotici e ormoni e la cui incidenza sull’insorgenza di tumori e malattie cardiovascolari è ormai ampiamente dimostrata.

Molte anime inoltre si sono allontanate dalla Chiesa Cattolica proprio per una presunta insensibilità di questa in merito ai problemi del creato e degli animali, avvicinandosi piuttosto ad altre religioni o a dottrine di dubbia origine come la New Age, se non addirittura a sette. Associazione Cattolici Vegetariani intende dimostrare a queste persone che è tranquillamente possibile occuparsi di queste problematiche rimanendo in seno alla Chiesa e diffidando da idee incompatibili con la dottrina cattolica. L’associazione, che è consacrata al Cuore Immacolato di Maria, vede nella Madre di Dio il modello della perfetta amministratrice del Creato (in quanto incoronata Regina del Cielo e della Terra) e dispensatrice della Divina Grazia su tutta la Creazione.

Associazione Cattolici Vegetariani, che dal 2009 opera in seno e in obbedienza alla Chiesa Cattolica una campagna di sensibilizzazione circa le tematiche della salvaguardia dell’ambiente e delle altre creature, è dunque particolarmente grata al Sommo Pontefice Benedetto XVI e alla Conferenza Episcopale Italiana per aver indetto una giornata mondiale per la salvaguardia del creato e si augura una sempre maggiore attenzione dell’episcopato italiano per queste problematiche che rischiano di divenire sempre più gravi e scottanti.

Ultimo aggiornamento Domenica 09 Dicembre 2012 15:16
 
divina_misericordia.jpg

Il Santo del giorno

Santo del giorno

san francesco d'assisi pastore e martire