Archivio

Newsletter di A.C.V.

Qui puoi iscriverti alla nostra newsletter!
Newsletter A.C.V.


Ricevi HTML?

lo stato beato originario, PDF Stampa E-mail
Scritto da Guidalberto Bormolini   
Sabato 27 Luglio 2013 14:16

Lo stato beato originario

 

Nella tradizione patristica e spirituale troviamo spesso che l'alimentazione carnea caratterizzava lo stato dell'uomo decaduto, che nella primitiva condizione edenica si nutriva soltato di frutti della terra. Secondo Sant'Ambrogio il Creatore alle origini dovette dare la precdenza al vitto semplice e al cibo naturale rispetto agli altri cibi.

L'adam primordiale rappresenta per i padri un livello di umanità più spirituale a cui bisogna tendere. Per ritrovare la strada del giardino beato, cioè lavita a un livello di amicizia con l'infinito e poter di nuovo passeggiare con Dio nel giardino, secondo i Padri ocorre tornare all'alimentazione dell'uomo che è stato creato spirituale. Proprio per aver obbedito più al ventre che a Dio il primo uomo venne esiliato dal paradiso, e poichè siamo stati espulsi sal paradiso per l'interperanza facciamo in modo di tornarci mediante l'astinenza. La nostalgia delle origini è diffusa negli autori spirituali, e molti, anelando al ritorno, scelgono volentieri di non nutrirsi di tutto ciò che può allontanare dalla visione beata, da quella vita angelica che vale più di ogni altra cosa.

 

Tratto da : "I vegetariani nelle tradizioni spirituali" di Padre Guidalberto Bormolini, Leone Verde editore

 

Ultimo aggiornamento Sabato 27 Luglio 2013 14:17
 
maria8_2.jpg

Il Santo del giorno

Santo del giorno

san francesco d'assisi pastore e martire