San Giovanni Crisostono: "mangiare carne è innaturale e impuro" PDF Stampa E-mail
Scritto da Renato Criscuolo   
Mercoledì 13 Settembre 2017 11:06

Il terzo dei Padri Cappadoci, San Giovanni Crisostomo (Antiochia, 344/354 – Comana Pontica, 14 settembre 407), era vegetariano. "Mangiare la carne è innaturale e impuro" scriveva il santo, e, allorchè si trattò di elogiare una comunità cristiana da lui ritenuta perfetta, si espresse così: "Da loro non viene versato alcun rivolo di sangue; non viene macellata e fatta a pezzi la carne. Da loro non s i sente l’odore terribile dei pasti a base di carne. Essi si cibano solo del pane che guadagnano con il loro lavoro e di acqua che viene offerta loro da una fonte pura. Le loro leccornie sono costituite da frutti e nel mangiarli provano un piacere più grande che ad essere seduti ad una tavola regale"

Ultimo aggiornamento Mercoledì 13 Settembre 2017 11:34
 
maria8_2.jpg

Il Santo del giorno

Santo del giorno

san francesco d'assisi pastore e martire