Login



Archivio

Newsletter di A.C.V.

Qui puoi iscriverti alla nostra newsletter!
Newsletter A.C.V.


Ricevi HTML?

"Non c’è nulla fuori dell’uomo che, entrando in lui, possa contaminarlo; sono invece le cose che escono dall’uomo a contaminarlo" (Mc 7,15): la nostra scelta vegetariana non deve essere per desiderio di non "contaminazione" (da cadavere), ma come cambiamento, come cuore puro. Dal cuore infatti esce l'intenzione di uccidere una creatura di Dio per mangiarla. Cambiando il nostro cuore in Cristo e rendendolo in Lui puro riprendiamo l'immagine e somiglianza con Dio Amore, che - neccessariamente - aborrisce ogni violenza. E Dio disse: "Ecco, Io vi do ogni erba che produce seme e che è su tutta la terra e ogni albero in cui è il frutto, che produce seme:saranno il vostro cibo" (Gen 1,29)

StatutoSante Messe di A.C.V. CalendarioIl veganismo nella prospettiva escatologica della Bibbia

Sito dell'Associazione Cattolici Vegetariani
PDF Stampa E-mail
Sabato 17 Agosto 2019 13:17

Ai lettori del sito,

siamo a comunicarvi che con la chiusura definitiva della casa editrice "COSMOPOLIS" tutti i loro libri non sono più in commercio; tra questi "il vegetarianesimo di ispirazione cristiana, uomo e animali nel pensiero divino" di Marilena Bogazzi, con prefazione di Luigi Lorezetti, presentazione di Paolo De Benedetti e conclusioni del Vescovo Eugenio Binini.

Per continuare la diffusione del testo l'autrice ha acquistato tutte le copie residue che rende disponibili per gli interessati (richiesto solo il rimborso spese); si sta inoltre cercando di fornire le biblioteche nel territorio in modo da mantenere la disponibilità del testo nonostante la chiusura della casa editrice.

Chi desidera ricevere una o più copie del libro (anche da donare alle biblioteche) può scrivere a Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. e verranno fornite tutte le informazioni.

Auguriamo a tutti un buon proseguo delle vacanze

 

Il Creatore ha verso le sue creature un atteggiamento di tenerezza. Per comprendere appieno le ragioni e il significato di quest’affermazione, essa va inquadrata nel contesto biblico.

Volendo sintetizzare la storia del rapporto tra Dio, l’uomo, le creature e la creazione per come è presentata dalla Bibbia, possiamo individuare in essa quattro tappe.

La prima è quella della creazione di un universo perfetto, in cui l’uomo s’inserisce armonicamente. Nel giardino dell’Eden l’uomo vive in piena e totale armonia con Dio e tutto il Creato, specialmente con gli animali a lui simili; in questa fase sia l’uomo sia gli animali sono vegetariani. 
Nella seconda fase, quella della caduta, l’uomo sceglie liberamente, e in parte consapevolmente, di rinunciare all’armonia con Dio: in altre parole sceglie il peccato. La rinuncia a un’integrazione armonica non può riguardare soltanto Dio, comporta l’alienazione dai suoi simili e dal Creato intero, animali compresi.
Con la venuta di Gesù Cristo e grazie al Suo sacrificio, l’uomo ha la grande occasione di recuperare quel rapporto di intimità filiale con Dio che godeva prima della cacciata dall’Eden: il Cristo, incarnandosi e facendosi carico del peccato umano, consente all’uomo di rientrare in contatto con la sua essenza divina.
La quarta e ultima fase è quella preannunciata dall’Apocalisse (Ap 21-22) dei «nuovi cieli e la nuova terra» la fase in cui non ci sarà più posto per il peccato e gli uomini dimoreranno insieme con Dio in un luogo pieno di luce e di santità.

Il progetto che Dio aveva quando ha creato la terra è raccontato nelle prime pagine della Genesi, in particolare:
E Dio creò l’uomo a sua immagine; a immagine di Dio lo creò; maschio e femmina li creò, Dio li benedisse e Dio disse loro: «Siate fecondi e moltiplicatevi, riempite la terra e soggiogatela, dominate sui pesci del mare e sugli uccelli del cielo e su ogni essere vivente che striscia sulla terra». Dio disse: «Ecco, io vi do ogni erba che produce seme e che è su tutta la terra e ogni albero fruttifero che produce seme: saranno il vostro cibo. A tutti gli animali selvatici, a tutti gli uccelli del cielo e a tutti gli esseri che strisciano sulla terra e nei quali è alito di vita, io do in cibo ogni erba verde». […] Dio vide quanto aveva fatto, ed ecco, era cosa molto buona. (Gn 1, 27-28)
Da queste poche righe è evidente che il progetto divino è in tutto e per tutto un progetto d’amore.

Capitolo 2 , inizio del paragrafo 1 del libro Il vegetarianesimo di ispirazione cristiana

 
PDF Stampa E-mail
Sabato 17 Agosto 2019 13:13

Invito alla lettura del Vescovo Eugenio Binini

Risultati immagini per cibo e sesso bogazzi gentili


Gli autori di questo libro, che sono miei amici, mi invitano a presentarlo. Lo faccio con gioia

perché, da tanti anni ormai, il mio servizio sacerdotale mi ha chiamato a essere
“amministratore” di un cibo straordinario che è l’Eucaristia.
Nel 1992, papa san Giovanni Paolo II, con un messaggio quaresimale, diceva che a tutti è
proposto di condividere la mensa della creazione. A tutte le sue creature in cui c’è alito di
vita, Dio offre questo grande dono: «Ecco, io vi do ogni erba che produce seme e che è su
tutta la terra, e ogni albero fruttifero che produce seme: saranno il vostro cibo. A tutti gli
animali selvatici, a tutti gli uccelli del cielo e a tutti gli esseri che strisciano sulla terra e nei
quali è alito di vita, io do in cibo ogni erba verde» (Gen 1,29-30).
Leggi tutto...
 
PDF Stampa E-mail
Sabato 17 Agosto 2019 12:51

Recensione Pianeta e Salute di "Cibo (e sesso)"

Nessuna descrizione della foto disponibile.

Leggi tutto...
 
PDF Stampa E-mail
Sabato 17 Agosto 2019 12:58

Recensione su "Eco dei Barbabiti" 1/2019 di "Cibo (e sesso)"

Scarica qui

http://www.barnabiti.net/eco-dei-barnabiti/

 
PDF Stampa E-mail
Sabato 17 Agosto 2019 12:43

Recensione di Adriana Giussani di "Cibo (e sesso)"

CIBO (E SESSO). Natura, cultura, spiritualità Recensione di Adriana Giussani Dopo essersi cimentato con due pubblicazioni concernenti il digiuno (A pane e acqua. Pratica e spiritualità del digiuno; 8 Digiuni per vivere meglio e… salvare il pianeta, ediz. Àncora), padre Antonio Gentili, insieme a Marilena Bogazzi, affronta le tematiche relative ai due bisogni, fondamentali e interconnessi, illustrando, con maggiore ampiezza, sotto il profilo individuale il bisogno del “Cibo”, e sotto il profilo sociale, ma in modo più succinto, quello del “Sesso”: Cibo (e Sesso). Natura Cultura Spiritualità, Àncora, Milano 2019. Sostenitore di un modo consapevole e salutare di nutrirsi, ma anche esperto di teoria e pratica del digiuno, padre Antonio Gentili si cimenta (e felicemente) con un nuovo libro sul cibo, considerato nelle diverse valenze antropologiche, culturali, sociali, spirituali. Coautrice è Marilena Bogazzi, i cui interessi e competenze spaziano dalla sociologia, filosofia e scienze umane, al mondo dell’alimentazione, inteso anche nella sua realtà pratica, visto che è presidente della ACV, Associazione dei Cattolici Vegetariani. Un brillante invito alla lettura porta la firma di monsignor Binini, vescovo emerito di Carrara, patria anche di entrambi gli autori, mentre la presentazione è affidata a Simonetta Marucci, endocrinologa nutrizionista.

Leggi tutto...
 
«InizioPrec.12345678910Succ.Fine»

Pagina 3 di 373
divina_misericordia.jpg

Il Santo del giorno

Santo del giorno

san francesco d'assisi pastore e martire