Login



Archivio

Newsletter di A.C.V.

Qui puoi iscriverti alla nostra newsletter!
Newsletter A.C.V.


Ricevi HTML?

"Non c’è nulla fuori dell’uomo che, entrando in lui, possa contaminarlo; sono invece le cose che escono dall’uomo a contaminarlo" (Mc 7,15): la nostra scelta vegetariana non deve essere per desiderio di non "contaminazione" (da cadavere), ma come cambiamento, come cuore puro. Dal cuore infatti esce l'intenzione di uccidere una creatura di Dio per mangiarla. Cambiando il nostro cuore in Cristo e rendendolo in Lui puro riprendiamo l'immagine e somiglianza con Dio Amore, che - neccessariamente - aborrisce ogni violenza. E Dio disse: "Ecco, Io vi do ogni erba che produce seme e che è su tutta la terra e ogni albero in cui è il frutto, che produce seme:saranno il vostro cibo" (Gen 1,29)

StatutoSante Messe di A.C.V. CalendarioIl veganismo nella prospettiva escatologica della Bibbia

Sito dell'Associazione Cattolici Vegetariani
PDF Stampa E-mail
Lunedì 29 Aprile 2019 13:10

Progetto RETE DI PREGHIERA PER IL CREATO E GLI ANIMALI:

chi intende prendersi un impegno (fisso) di preghiera per il creato e gli animali può scrivere a Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. , è un piccolo impegno ma costante: si tratta di recitare una decina al giorno del Rosario del Creato _ Associazione Cattolici Vegetariani (assegnata "d'ufficio" in modo che ciascuno abbia una meditazione diversa, ma tutti insieme formiamo il Rosario completo) per un giorno a settimana e l'invocazione di un Santo (anch'esso assegnato d'ufficio) per il creato e gli animali, pregando per la conversione dell'Uomo. Ad alcuni invece verrà assegnata la recita della Preghiera di Consacrazione al Cuore Immacolato di Maria o a San Michele Arcangelo (a cui l'associazione è consacrata). Per favore scrivere SOLO se disposti a prendere l'impegno in modo perpetuo.

 
PDF Stampa E-mail
Martedì 02 Aprile 2019 07:12

San Francesco di Paola, santo vegano con un grande amore per gli animali

Risultati immagini per san francesco paola agnellino

 

San Francesco di Paola, santo vegano, salva un agnellino, un cervo e i pesci pescati San Francesco di Paola è conosciuto per diversi episodi riguardanti gli animali: in modo particolare per il salvataggio e la risurrezione dell’agnellino Martinello (a cui era molto legato, il quale era stato rapito per essere mangiato). Profonda è l’affermazione in proposito del vegetarianesimo: “Prima che il mondo decadesse dalla sua integrità, non si usava in esso mangiar carne... gli uomini si contentavano di ciò che produceva la terra; la vita della selvaggina era tranquilla, perché non si era ancora appreso a sostentarsi con la morte degli animali”.
Ed ecco le testimonianze del suo affetto per gli animali:

Ultimo aggiornamento Martedì 02 Aprile 2019 14:10
Leggi tutto...
 
PDF Stampa E-mail
Lunedì 18 Marzo 2019 19:51

 

24-28 APRILE RITIRO NAZIONALE "CIBO E SESSO" MEDITAZIONE E PREGHIERA PROFONDA

Dal 24 al 28 Aprile 2019 si terrà presso DOMUS LETITIA ASSISI il ritiro di preghiera e meditazione guidato da Padre Antonio Gentili su cibo e sesso.(https://www.domuslaetitiaeassisi.it/index.php/it/incontri-spiritualita)

Mercoledì 24 (arrivo pomeriggio) – Domenica 28 (partenza dopo pranzo)


Corso di meditazione e preghiera profonda [Aperto a tutti] - Cibo (e Sesso). Natura Cultura Spiritualità (1). «More meditation, less medication».

M. Rev. P.Antonio Gentili B.

(1) Nell’occasione verrà presentato il volume di A. GENTILI E M. BOGAZZI, Cibo (e Sesso). Natura Cultura Spiritualità, Ed. EMP 2019 sull'alimentazione vegetariana cristiana.

per tutte le informazioni: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 
PDF Stampa E-mail
Giovedì 21 Marzo 2019 22:30

Man (video)

https://m.youtube.com/watch?v=WfGMYdalClU&feature=youtu.be

 
PDF Stampa E-mail
Lunedì 18 Marzo 2019 19:19

Articolo di Avvenire (rispetto degli animali)


A questo link è possibile leggere l'articolo pubblicato su Avvenire in cui si legge, tra le dieci azioni responsabili, "Trattare con cura gli altri esseri viventi, si legge nella Laudato si'. Gli allevamenti intensivi, fabbriche di carne dove gli animali sono tenuti in condizioni innaturali, sottoposti a privazioni e sofferenze, sono tra le attività che più contribuiscono al degrado del pianeta. Secondo la Fao l'impatto di queste strutture è insostenibile: sono responsabili del 14,5% della produzione globale di gas serra (Ghg). Un terzo della produzione di cereali viene poi impiegata come foraggio, con un rapporto svantaggioso di «cibo consumato per produrre cibo». Elevato l'impatto sulle risorse idriche, per i consumi ma anche per l'inquinamento prodotto. Animali costretti a stare immobili per la loro intera esistenza e in situazioni di sovraffollamento si ammalano e vengono trattati con forti dosi di farmaci che finiscono nelle falde. Quanto allo sfruttamento degli animali per la sperimentazione, il ricorso a metodi (più facili ed economici) che comportano sofferenze impedisce che si sviluppino modelli di ricerca più attendibili. (Barbara Uglietti)

Ultimo aggiornamento Lunedì 18 Marzo 2019 19:20
 
«InizioPrec.12345678910Succ.Fine»

Pagina 8 di 375
maria8_2.jpg

Il Santo del giorno

Santo del giorno

san francesco d'assisi pastore e martire