Archivio

Newsletter di A.C.V.

Qui puoi iscriverti alla nostra newsletter!
Newsletter A.C.V.


Ricevi HTML?

articolo su Alessandria news PDF Stampa E-mail
Scritto da Marilena   
Mercoledì 19 Novembre 2014 10:57

Animali e religione, "In paradiso ad attenderci"

Il volume, uscito presso le Edizioni Sonda di Casale Monferrato, è il resoconto di un lungo dialogo tra due amici che porta nel cuore della riflessione cristiana la questione del nostro rapporto con gli animali e affronta temi come il sacrificio offerto a Dio o la similitudine tra la sofferenza animale e la Shoah



NOVI LIGURE - La “questione animale” è sempre più spesso all’ordine del giorno del dibattito filosofico, etico e giuridico. Tuttavia, raramente la discussione sui diritti degli animali e sul rapporto tra uomini e animali è assurta al livello di questione teologica. A ricordarcelo è proprio un teologo, Vito Mancuso, docente presso l’Università di Padova ed editorialista del quotidiano “La Repubblica”, nell’introduzione di “In paradiso ad attenderci”.

Il volume, uscito presso le Edizioni Sonda di Casale Monferrato, è il resoconto di un lungo dialogo tra due amici, affettuoso ma non accondiscendente (i due autori hanno punti di vista molto diversi), che porta nel cuore della riflessione cristiana la questione del nostro rapporto con gli animali. I due amici sono Paolo De Benedetti, teologo e biblista tra i più noti a livello nazionale, e il non credente Maurizio Scordino, sociologo e pubblicista novese, già direttore del Novese il settimanale, da molto tempo impegnato sul fronte della tutela degli animali.


“In paradiso ad attenderci” è una fitta conversazione, in cui Scordino raccoglie il pensiero di De Benedetti attraverso i ricordi familiari, i ritratti di quanti hanno avuto a che fare con lui e la rilettura delle molte pubblicazioni teologiche dell’ex direttore editoriale di Bompiani e Garzanti. Temi importanti, ma poco discussi, come possono esserlo quelli legati al concetto di sacrificio offerto a Dio, alla similitudine tra la sofferenza degli animali e la Shoah e al complesso rapporto tra fede e vegetarismo. Da anni De Benedetti elabora infatti una personale teologia, che considera gli animali protagonisti paritetici dell’uomo nel creato e “In paradiso ad attenderci” non potrà lasciare indifferenti i credenti, permettendo nel contempo a chi non lo è di conoscere la prospettiva della Bibbia. Il volume è completato dai commenti di Massimo Giuliani (docente di pensiero ebraico all’Università di Trento), di Luigi Lorenzetti (presidente dei teologi morali italiani) e di Marilena Bogazzi (presidente dell’associazione cattolici vegetariani).
fonte http://www.alessandrianews.it/cultura-spettacolo/animali-religione-in-paradiso-ad-attenderci-60196.html

 

Ultimo aggiornamento Giovedì 20 Novembre 2014 13:21
 
maria8_2.jpg

Il Santo del giorno

Santo del giorno

san francesco d'assisi pastore e martire